Tabaccheria Romani

La Tabaccheria Romani, adiacente al Bar Romani inserito anch’esso nell’Albo delle Botteghe Storiche del Comune di Rimini, nasce come parte integrante dell’allora “locanda” aperta da Augusto Romani. Poi, nel 1969 i fratelli Romani Augusto, Sante e Andrea hanno diviso le due attività e Augusto ha proseguito con la gestione della rivendita di generi di monopolio con la Licenza n.162 del 21/05/1969 fino al 1996, anno in cui il figlio Gabriele ne ha preso in mano le redini.

Oltre che per fruire dei più moderni servizi, visitare la Tabaccheria Romani oggi significa ritrovare la stessa disposizione degli arredi e delle scaffalature. E nelle teche è possibile vedere le vecchie lamette d’epoca e le collezioni di monete che venivano vendute negli anni Sessanta e Settanta come gadget. Inoltre, l’attuale gestione ha conservato anche vecchie ricevute del gioco del lotto e le schedine del Totocalcio, oltre che le fotografie storiche della città di Rimini e in particolare del quartiere Celle, le prime risalenti agli anni Sessanta.